STATEMENT

Nel 2015 ho dato vita alla mia produzione di bijoux, partendo  dall'utilizzo di materiali di riciclo dalle forme organiche, come carta e legno di recupero, che amo combinare alla pulizia del filo metallico, a
cui ho accompagnato nel tempo la lavorazione dei metalli tradizionali (argento, bronzo, bagno oro) e la sperimentazione (PLA, argilla polimerica).
I miei gioielli sono caratterizzati da leggerezza, nell'utilizzo dei temi giocosi ed i colori vivaci, e dal  contrasto di materiali, pesi, superfici e forme.
Il mio intento e' creare stupore visivo, grazie all'incastro di linee e profili, e trasmettere un senso di serenità.
Le mie fonti d'ispirazione sono molteplici: street art, arte naif, art brut, espressionismo tedesco, ma anche e soprattutto forme geometriche elementari e naturali.
Guardo ai miei lavori come fossero sculture in miniatura.

BIO

Nata nel 1990 in provincia di Venezia, nel 2014 mi sono laureata con lode  presso l'Accademia di Belle Arti di Bologna, scuola di Decorazione, con una tesi sul gioiello contemporaneo; nel 2018 mi diplomo con lode al master in Storia e Design del gioiello presso l'Università degli studi di Siena. Ho svolto alcune esperienze presso laboratori artigianali ed aziende di ceramica e gioiello in Italia ed all'Estero. Nel 2019 inauguro il mio negozio/laboratorio a Firenze.
I miei gioielli sono stati presentati in alcuni bookshop di musei (Palazzo Albergati a Bologna, Palazzo Reale a Milano, MUSMA a Matera).

ESPOSIZIONI

2012 Le campane di Dino, Convento delle Domenicane, Marradi, a cura di Stefano Scheda
2014 Monilius 0.2 Istinto, Canetoli showroom, Bologna, a cura di Emanuela Bergonzoni
2016 Art Nouveau, Centro Palakiss, Vicenza, a cura di Francesca Canapa
2017 Equidistante dal centro, Oratorio San Rocco, Padova, a cura di Emanuela Bergonzoni
2017 Una Pieve Preziosa, Fiera GoldItaly, Arezzo, a cura di Paolo Torriti
2018 Il sapere delle mani, Museo del fiume di Nazzano (RM), a cura dell’ Ass. Il sapere delle mani
2018 Una Pieve Preziosa, Casa museo I. Bruschi, Arezzo, a cura di Paolo Torriti

Legal imprint